CUS PALERMO

PROGETTI UE: il Cus Palermo a Bruxelles per la conferenza ISCA

Il Cus Palermo ha presenziato alla conferenza ISCA (International Sport and Culture Association) tenutasi il 23 e il 24 novembre a Bruxelles nella cornice di Maison de la Poste. All’evento hanno presenziato circa 200 persone provenienti da 40 Stati differenti e appartenenti alle più importanti realtà sportive a livello globale. In questi intensi giorni di lavoro e di confronto abbiamo discusso prima di metodologie, politiche e progetti per promuovere uno stile di vita sano a 360° mettendo in risalto l’importanza della pratica sportiva sia da un punto di vista fisico che sociale. In seguito, ci siamo concentrati sul ruolo dello sport per integrare i rifugiati nelle nostre comunità, con un particolare focus sul grande flusso migratorio ucraino, dovuto all’attuale conflitto militare in corso. Infine, ci siamo anche cimentati nella nuova disciplina dell’wackitball con le altre delegazioni, creando legami attraverso lo sport.
Confrontandoci e imparando l’un l’altro dalle altrui esperienze abbiamo definito linee guida per nuovi progetti sportivi di inclusione sociale da implementare.
Il Cus Palermo continua ad essere in prima linea sia a livello locale che europeo nel valorizzare con concreti esempi il ruolo dello sport per lo sviluppo della società del futuro.

 

ENG

Cus Palermo attended the ISCA (International Sport and Culture Association) conference held on 23 and 24 November in Brussels at the Maison de la Poste. The event was attended by around 200 people from 40 different countries and belonging to the most important sporting realities at global level. During these intense days of work and discussion, we first discussed methodologies, policies and projects to promote an all-round healthy lifestyle, emphasising the importance of sport both from a physical and social point of view. Next, we focused on the role of sport in integrating refugees into our communities, with a particular focus on the large flow of Ukrainian migrants due to the ongoing military conflict. Finally, we also tried our hand at the new discipline of wackitball with the other delegations, creating bonds through sport.
By comparing and learning from each other’s experiences, we defined guidelines for new sports projects of social inclusion to be implemented.
Cus Palermo continues to be at the forefront both locally and at the European level in enhancing with concrete examples the role of sport for the development of the society of the future.

TORNA ALLA HOME UE