CUS PALERMO

PALLANUOTO SERIE B: derby e 7su7 per La Braciera, Cus Palermo matematicamente primo

Sette vittorie su sette partite giocate. La Braciera Cus Palermo vince il derby cittadino contro la Waterpolo e vola a 21 punti. Punteggio pieno e primo posto matematico nel girone 8 di serie B. A questo punto i ragazzi di Giampiero Occhione hanno la certezza della posizione nel turno PlayOff per la A2. Al termine della stagione regolare, con le ultime due giornate da giocare entro il 19 giugno, il Cus Palermo sa già che affronterà la seconda classificata del girone 7. Con tutta probabilità una tra Etna Waterpolo o Crotone. Tornando alla cronaca odierna è un bel 13-10 quello visto all’Olimpica, tra due formazioni che si sono affrontate a viso aperto. I cussini hanno avuto modo di cimentarsi in una sfida vera, contro un avversario tosto e di grande orgoglio. Il primo quarto, infatti, è di marca Waterpolo, con i padroni di casa che premono sull’acceleratore e vanno sempre

 

 

in vantaggio, dall’1-0 sino al 3-2. Nel corso del secondo periodo, la strigliata di Occhione permette alla Braciera di compiere uno sprint che si rivelerà decisivo per le sorti dell’incontro. Il parziale di 5-2 cussino, infatti, conduce le due formazioni all’intervallo sul 5-7 parziale.
Il terzo periodo è quello che potremme congelare o ribaltare l’andamento della gara e infatti è molto intenso. Colpo su colpo le due formazioni palermitane danno luogo a minuti di intensa Pallanuoto e il 4-4 parziale testimonia la voglia di prevalere. Nel periodo finale il Cus gestisce, con personalità e cerca di consolidare il vantaggio, almeno senza sprecare secondi preziosi o correre rischi evitabili. La sirena ufficializza il 13-10, la settima vittoria di fila e il primo posto nel girone 8.
Per il Cus Palermo reti di: Ferlito (3), Piscitello (2), Geloso D. (2), Russo (2), Geloso C. (2), Mineo, Szabo.
Adesso La Braciera osserverà il proprio turno di riposo, per poi giocare l’ultima sfida della regular season il 19 giugno contro l’Acese. Senza troppi giri di parole queste saranno le settimane decisive, per lavorare con grande determinazione, allontanando ogni calo di attenzione, con la rabbia agonistica di chi negli ultimi anni ha sempre sfiorato la serie A2. Basti pensare alla finalissima promozione persa in casa col Cus Messina o i grandi derby playoff giocati in questi anni. Sino allo stop forzato lockdown nazionale dello scorso anno. “Se vuoi qualcosa, vai e inseguila. Punto”.

TORNA ALLA HOME Pallanuoto