CUS PALERMO

PALLANUOTO SERIE A2: La Braciera Cus Palermo non molla mai, vittoria a Civitavecchia

Vittoria fondamentale per La Braciera Cus Palermo, che espugna la Piscina di Civitavecchia e porta a casa tre punti fondamentali in questo finale di campionato. Nel girone Sud di serie A2, infatti, i ragazzi di Occhione si impongono per 8-4, firmando un successo che riapre i giochi nella corsa salvezza, anche diretta. Ricordiamo che, se l’ultima torna direttamente in B, penultima e terzultima si affronteranno in un playout al meglio delle tre gare. Ecco, quindi, che per i cussini la corsa al nono posto diventa un traguardo da inseguire: vorrebbe dire permanenza diretta in A2. Gara gagliarda dei cussini, che trascinati da Jurisic tra i pali e Galioto, giocano una splendida prova corale. La Braciera mette subito le cose in chiaro grazie ad una partenza feroce. Alla prima sirena di giornata il parziale è di 1-3. Al rientro in vasca i ritmi non calano, i padroni di casa non riescono a trovare le dovute contromisure ed il Cus impone uno 0-2 che manda le squadre al giro di boa sull’1-5. Il terzo periodo è identico, Jurisic cala la saracinesca e non subisce reti, lo 0-2 taglia le gambe ai locali, per un 7-1 che promette molto bene. Durante il quarto




 

tempo Civitavecchia vive un mini sprint di 3 reti, che insieme all’ultima marcatura giallorossonera di giornata, fissa alla sirena finale il definitivo 8-4 La Braciera.  Vittoria doveva essere, così è stato. Dopo una fase centrale della stagione davvero critica, per covid e guai fisici, il gruppo ha ritrovato le giuste motivazioni ed una voglia di rivalsa non indifferente. La classifica non deve gettare fumo negli occhi, quella odierna non era una gara scontata. Il Latina perde a Roma e adesso la corsa al nono posto è apertissima. Ricordiamo, infatti, che La Braciera dovrà recuperare ben cinque partite, quattro delle quali in casa. Sono tutte chance per portare a casa punti preziosi ed i ragazzi di Occhione tornano a Palermo con tantissima fame, avendo dimostrato oggi, ancora una volta, di essere ampiamente giocatori di A2 che meritano di mantenere la categoria. Dopo una reazione simile, il lavoro settimanale potrà essere affrontato con la giusta determinazione, adesso viene il bello. E La Braciera c’è, ancora.

TORNA ALLA HOME Pallanuoto