CUS PALERMO

PALLAMANO SERIE A2: che gara a Benevento, rete cussina del pareggio alla sirena

Incredibile pareggio tra Benevento e Cus Palermo nel girone C di serie A2, culmine di un match che ha riservato sorprese e possibili colpi di scena sino alla fine.
La sfida tra le terza e quarta del girone non ha tradito le attese, con i ragazzi di Ninni Aragona bravi nel saper trovare le energie fisiche e mentali per restare sempre in scia dell’avversario, anche nei momenti in cui i campani sembravano poter scappare via. La prima frazione è un vivace botta e risposta tra le due compagini, sempre punto a punto. I padroni di casa, forti dello scontro diretto tra le mura amiche, provano a premere sull’acceleratore, cercando costantemente l’affondo per poter creare un margine tra se e i cussini. I ragazzi di Via Altofonte, però, non mollano e senza affanni sono lì, pronti per il parziale che può riportare tutto a galla. Si va negli spogliatoi sul 12-10.

       

Nella ripresa il Benevento sembra riuscire nell’intento e si porta sul 14-11, ma è proprio qui che il Cus tira fuori il carattere, accelerando e riportando la gara ancora una volta in equilibrio, sul 14-14. Accade di nuovo, 19-16 campano, ennesima reazione cussina: 20-20 ad una manciata di minuti dalla sirena finale. Gara entusiasmante. Il finale lascia un sapore agrodolce tra le labbra cussine, perchè è proprio la formazione giallorossonera a trovare uno scatto che sorprende i padroni di casa, portandosi sul 22-24. Qui, vuoi per un pizzico di esperienza in meno dettato dalla giovane età media cussina, vuoi per la foga campana, con un sorprendente +3 di parziale, il Benevento si porta sul 25-24 ad un soffio dalla sirena. Palla al centro, ripartenza immediata sul filo dei secondi, fallo locale e penalty per il Cus, alla battuta Alessandro Aragona, che con qualità ed esperienza non avverte pressione o stanchezza, firmando l’incredibile 25-25. Palla in rete, sirena. Una partita pazzesca, che conferma ancora una volta la crescita caratteriale di questo gruppo, capace di andare a Benevento, non mollare mai crederci anche sul 14-11 o 19-16. Prestazione tutta cuore, da dedicare in gruppo ad Emanuele Artale, in settimana sotto i ferri per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Emozioni anche per lui, che da subito ha iniziato il percorso di riabilitazione che lo ripoterà sul parquet di Via Altofonte tra qualche mese. Adesso piccolo break per mettere benzina sulle gambe e poi appuntamento casalingo contro la Genea Lanzara.

TORNA ALLA HOME Pallamano