CUS PALERMO

MIRRI A CUSPALERMO.IT: “Credo che anche a settembre ci alleneremo al Cus”

Il Presidente del Palermo, Dario Mirri, ai microfoni Cuspalermo.it, sito ufficiale della società di Via Altofonte 80, ha parlato del momento vissuto dai rosa, delle sue emozioni a margine del primo mese ai vertici del club e della sede degli allenamenti nelle prossime settimane.
Come promesso pubblicamente già a luglio dal presidente Cus Palermo, Giovanni Randisi, il Palermo, nel Centro Universitario Sportivo, ha trovato un punto di riferimento che ha facilitato e non poco la propria organizzazione pratica in un periodo fondamentale, quello di partenza. Le due dirigenze oggi hanno seguito insieme a bordocampo il test amichevole giocato dai rosa contro il Geraci proprio al Cus. Momenti che, per cordialità, sorrisi e atmosfera hanno dato a tutti i presenti la sensazione di trovarsi in famiglia.

PALERMO E CUS DUE REALTA’ CHE CONDIVIDONO PRINCIPI E IDEE –I principi del Palermo e del Cus sono identici: fondati sul territorio e quindi sull’appartenenza a valori autentici come quelli dello sport”.

CUS PALERMO UN ESEMPIO DI GESTIONE IMPECCABILE –E’ sotto gli occhi di tutti: è incredibile che a Palermo ci sia una struttura tenuta così bene. A Palermo non mancano i progetti o la loro realizzazione, vedi il PalaSport che era bellissimo, quello che manca è la gestione. E invece il Cus rappresenta una bella struttura e una gestione impeccabile“.

PRIMO MESE SUL CAMPO DA PRESIDENTE, LE SENSAZIONI? – Aumentano la reponsabilità, ancor prima delle gioie. Le aspettative dei tifosi sono anche le mie, spero di riuscire a soddisfare le loro aspettative, cioè vincere. La palla, però, è rotonda, si gioca undici contro undici e il piano del campo è parallelo, non pende a favore del Palermo. Giocheremo a Marsala e dobbiamo dimostrare di essere più bravi degli altri, non è detto perchè ci chiamiamo Palermo, dobbiamo dimostrarlo partita dopo partita. I giocatori hanno bisogno di sostegno e aiuto, perchè sono venticinque giocatori che si sono incontrati per la prima volta venti giorni fa, è impegnativo“.

DAR SFOGO A 50 ANNI DI STUDIO DA TIFOSO –Il lato bello c’è, cioè che posso dar sfogo a cinquant’anni di studio da tifoso. Ora vorrei realizzare quello che sognano i tifosi e che ho sempre sognato che qualcuno realizzi per la nostra squadra. Io vedo la partita come sempre dalla Gradinata, quindi cambierà molto poco da questo punto di vista. Cercare, ad esempio come nel caso della partita di lunedì, di realizzare i sogni dei tifosi, come riabbracciare dei giocatori che non vedevamo da un pò e ci mancavano. Penso a quanto è stato bello rivedere Ilicic e quanto sia diventato bravo“.

DOVE SI ALLENERA’ IL PALERMO NELLE PROSSIME SETTIMANE? –Credo che si riuscirà a trovare reciprocamente una soluzione, in funzione in primis del Cus, che è il padrone di casa. Noi dobbiamo soltanto soddisfare le esigenze dei tecnici e dei giocatori, quindi comunque riusciremo a trovare un palinsesto in modo tale che tutte e due le realtà non abbiano difficoltà o problemi. Quindi credo che anche nel mese di settembre resteremo a ‘casa’ qui al Cus“.

Ringraziamo per la disponibilità l’ufficio stampa dell’SSD Palermo, Gaetano Lombardo, Andrea Siracusa.

TORNA ALLA HOME Calcio