CUS PALERMO

FUTSAL SERIE C1: il Cus Palermo vince e convince, battuto in casa Partinico

Il Cus Palermo Futsal cresce e continua a costruire la propria strada. Nuova e promettente. I ragazzi di Alfonso Miosi battono il Partinico a culmine di una prova di carattere, visto lo svantaggio iniziale. Per i cussini assenze pesanti, quali Termini e Sanzo, ma tanta voglia di dar continuità al momento molto positivo. Oltre che la determinazione per riprendere quel pizzico di sorriso rimasto sul palo interno nel derby dello scorso weekend.
Eppure la gara parte in salita, con il vantaggio ospite al 9′, frutto di una ripartenza derivante da palla persa. I cussini accusano il colpo e pur rischiando poco, impiegano qualche minuto per tessere nuovamente le fila dell’incontro. Al 23′, però, bellissima azione lanciata e conclusa da Cannata, ottimo anche oggi, che chiede sponda e la sfrutta con un chirurgico pallone rasoterra che si insacca dritto in porta. Miranda cresce di condizione e cerca la via del gol, colpisce un palo e sfiora il 2-1. L’appuntamento con la prima rete di questa fase 2.0 al Cus Palermo è solo rimandato.
Il secondo tempo, infatti, inizia con i cussini che ingranano la marcia. Miosi sposta Miranda da laterale ed il talento cussino non lo delude, propiziando l’azione che lo conduce a ridosso della porta avversaria. Prima respinta del portiere, seconda bomba di prepotenza e gol. 2-1 Cus Palermo e dedica speciale tanto attesa. Passano quattro minuti ed il capitano timbra il cartellino anche oggi. Servito sulla sinistra, Intravaia stoppa e conclude in una frazione. La palla parte spedita verso l’angolino e lì si spegne. 3-1. E’ un’ondata cussina che vuole mettere in ghiaccio l’incontro: errore ospite in fase di costruzione, Cannata si invola solo davanti al portiere e lo batte con un suola destra-appoggio sinistro da applausi. 4-1 all’11’. Nel finale il Partinico ci prova, colpisce una traversa e continua a premere. Misuraca dà sicurezza ai suoi, con una serie di interventi, che culminano in una parata in tuffo con palla sotto al sette che fa applaudire tutti i presenti. I cussini arrivano a quota 5 falli, così Miosi sceglie di mettere in campo Provenza (giovane molto promettente che cresce alle spalle di Misuraca, anche oggi eccezionale) e tenere palla col portiere di movimento. La missione va a buon fine, nonostante una piccola imprecisione che costa il 4-2 Partinico, perchè non arriverà nessun tiro libero e la gara si spegne col Cus in gestione. Adesso è il momento di dedicarsi ancor di più al campo, allenamento dopo allenamento. E’ evidente che c’è una crescita in corso e deve essere alimentata. Prossimo impegno, a Marsala, contro la Primavera. La classifica è cortissima, ci sono sei squadre tra 11 e 10 punti. Ciò che serve è macinare risultati in serie e questi ragazzi stanno dimostrando un meraviglioso attaccamento alla storica maglia giallorossonera, che tra meno di due mesi compirà ben 75 anni.

TORNA ALLA HOME Calcio a 5