Follow Us

CUS PALERMO

CALCIO PROMOZIONE B: BATTUTO IL MERÍ CUS PALERMO IN FINALE PLAYOFF DEL GIRONE B

Con il cuore mostrato in diverse occasioni e la determinazione della grande squadra, il Cus Palermo batte il Merì in casa nel corso dell’ultima giornata della stagione regolare e chiude al secondo posto. Un risultato che fa storia per il Calcio di Via Altofonte, dato che mai nessuna formazione giallorossonera aveva volato così in alto. Una seconda piazza portata a casa in un girone pieno di qualità e di formazioni quotate ed attrezzate, con dirigenze che non hanno mai lesinato sacrifici. Quindi quello del gruppo allenato da Marco Aprile è un risultato pesantissimo, che proprio in virtù dei valori che questa squadra mette in campo ogni settimana, non rappresenta un punto d’arrivo, ma la spinta decisiva verso un finale di stagione da giocare col cuore giallorossonero che batte a mille.
La gara, sin da subito, si dimostra delicata e per nulla semplice. Il Merì arrivato in Via Altofonte dimostra di non voler essere spettatore, tentando l’affondo in ripartenza quando possibile. Il Cus gestisce e ci prova, con la solita qualità applicata alla gestione del possesso. Il match si sblocca al 37′, quando sugli sviluppi di un calcio piazzato, Amato spizza per Alletto, che da distanza ravvicinata fa esplodere la gioia di compagni, panchina e pubblico. Al rientro dagli spogliatoi sembra di assistere ad uno scenario già visto: il Cus tenta di chiuderla, ma il risultato non cambia. Nella seconda parte della seconda frazione, il Merì trova la ripartenza vincente ed al 76′ firma l’1-1. Un gol che potrebbe rappresentare la beffa che taglia le gambe per molte squadre, ma ancora una volta è Aprile a suonare la carica. Dentro un altro attaccante, baricentro ancora più alto e ricerca rabbiosa della vittoria. Il direttore di gara assegna 3 minuti di recupero. Sul seguente corner, mischia in area e Lentini la butta dentro. Sono attimi di un’euforia mai casuale: quando in più di un’occasione, nel corso di un campionato, trovi il gol nel finale vuol dire che i tuoi ragazzi non mollano mai. E questo è uno degli aspetti che più rende fieri di questa squadra. Finisce 2-1 per il Cus Palermo, che chiude la stagione regolare a quota 61 a +16 dalla quinta Santangiolese e per tale ragione non giocherà la semifinale playoff del girone B, ma vola direttamente in finale. L’avversaria sarà la vincente della sfida Castelbuono-Cefalù, che verrà giocata in casa della prima, in gara unica. 90 minuti, più due eventuali supplementari. In caso di ulteriore pareggio il Castelbuono, migliore classificata nella stagione regolare fra le due, volerebbe in finale. Il match decisivo verrà giocato, col medesimo regolamento, in Via Altofonte, in casa del Cus Palermo secondo. La vincente dei playoff del girone B, affronterà nella finalissima per l’Eccellenza, la Folgore, che avendo chiuso al secondo posto nel girone A con 13 punti di vantaggio sulla Libertas terza, ha reso nulli gli spareggi, volando già al turno successivo.

ECCO IL COMMENTO AI MICROFONI DI CUSPALERMO.IT A QUESTO RISULTATO ED IN VISTA DELLE PROSSIME SETTIMANE, DEL TECNICO GIALLOROSSONERO, MARCO APRILE:Questo secondo posto per noi è grandioso. Ad inizio anno l’obiettivo era quello di migliorare e di vivere alla giornata, questi ragazzi stanno facendo cose nelle quali pochi credevano. Anche oggi abbiamo trovato davanti a noi una squadra che non ci ha regalato nulla, lottando sino all’ultimo secondo. Non potevamo immaginare all’inizio di trovarci qui oggi, ma adesso siamo in ballo e lotteremo al massimo nel corso della prossima gara, la ‘finale’ più importante, come sempre, vivendo giorno dopo giorno“.

Ecco la classifica finale del girone B di Promozione 2014/2015:
https://www.cuspalermo.it/risultati-e-classifiche/calcio/resultsranking/7/0/0/0.html

Per il Cus Palermo, adesso, arriva l’appuntamento della semifinale di ritorno di Coppa Italia, contro lo Sporting Taormina, in programma mercoledì 15 aprile alle 16 in Via Altofonte 80. Dopo l’1-1 dell’andata entrambe le formazioni lotteranno per un sogno chiamato finale di Coppa Italia. Adesso non ci sono più classifiche, nè calcoli o ragionamenti. Ora continuerà a correre solo chi avrà più voglia e più fame. Come sempre, parola al campo.

TORNA ALLA HOME Calcio