Follow Us

CUS PALERMO

CALCIO PROMOZIONE A: Lo scontro Salvezza col Fulgatore termina in pareggio ma quante polemiche

Il delicatissimo scontro diretto per la Salvezza tra Fulgatore e Cus Palermo termina in parità. Dopo ben 98′ minuti di gioco e sette minuti di recupero nella ripresa, il tabellino parla di un 1-1 che lascia l’amaro in bocca al Cus Palermo di Ferdinando Zappavigna, comunque autore di una buona prestazione. Pronti via la gara si mette in salita ed al 7′ sono i padroni di casa a passare in vantaggio. Grandi proteste per un fuorigioco apparso netto, ma la terna non segnala. La reazione del gruppo di Via Altofonte, però, arriva ed il Fulgatore non riesce a scappare. Nel finale di tempo, Muscolino viene atterrato in area, il direttore di gara lascia proseguire.
Al rientro dagli spogliatoi il Cus parte meglio, alza il baricentro ed aumenta la pressione sia sulle fasce, che in zona centrale. Al 70′, così, arriva il pareggio di Muscolino. 1-1. La gara resta in equilibrio, sino all’85’, quando Vivacqua viene atterrato in area sugli sviluppi di una palla inattiva. Il rigore sembra palese, ma anche questa volta la terna preferisce sorvolare. Grandi proteste del Cus Palermo, che si accendono quando, a 30 secondi dalla fine del settimo minuto di recupero, con un contropiede due-contro-uno, in favore dei giallorossoneri, arriva il triplice fischio finale.
Con la vittoria dei Delfini sul Favignana, per 4-3, adesso il Cus Palermo è dodicesimo e ad oggi giocherebbe il Playout salvezza, in casa, proprio contro il Fulgatore. A due giornate dalla fine, il gruppo di Zappavigna dovrà tentare il tutto per tutto nel corso della prossima giornata contro il Cefalù e nell’ultimo turno contro il Montemaggiore. Se non verrà centrato il sorpasso sui Delfini, scatterà la finalissima per la salvezza, contro il Fulgatore.

FERDINANDO ZAPPAVIGNA – “La gara di oggi è stata strana, con un gol incassato con un fuorigioco abbastanza palese, due rigori non concessi, col secondo che sembrava impossibile non decretare ed il fischio finale che arriva in anticipo di 30 secondi, con due nostri uomini lanciati in contropiede contro un solo difensore. Non cerchiamo alibi, abbiamo sperperato punti importanti, ma la squadra ha saputo reagire. L’unica cosa che conta per questi ragazzi è la consapevolezza che tutto è nelle nostre mani. Dovremo dare tutto in questi ultimi 180 minuti della stagione“.

Ecco il punto sulla classifica del girone A di Promozione:
https://www.cuspalermo.it/index.php?option=com_joomleague&view=resultsranking&p=2&division=&r=&Itemid=328

TORNA ALLA HOME Calcio