CUS PALERMO

ATLETICA LEGGERA: Meli, Cusumano, Pascone, segnali positivi da tutti i cussini

Dopo mesi di lockdown, d’attesa e di clima surreale, privo di gare e degli appuntamenti che da sempre scandiscono le stagioni sportive, l’Atletica Leggera è tornata in pista. Nella cornice del Centro Universitario Sportivo è andata in scena un’importante giornata di gare, utile a molti talenti del movimento siciliano, per tornare a saggiare crono, misure e pedane.

I tecnici Cus Palermo accendono i riflettori, in particolare, su alcune prestazioni, che se analizzate per età e percorso di crescita, suonano come assolute note liete, specialmente dopo diversi mesi di assenza dal clima gara.

Martina Cusumano ferma il crono nei 100 femminili a 12.08, ottimi segnali al rientro per lei. Vittoria Cosentino centra un 42.68 nei 300 cadette che fa davvero ben sperare per il futuro. Tris di Personal Best nel settore maschile. Riccardo Meli c’è e torna subito a ruggire. E lo fa nei 400 ostacoli, con un 54.37 che rappresenta il suo nuovo personale, ma soprattutto la risposta al periodo di stop più bella che potesse arrivare.
PB anche per Giovanni Barletta nei 200, 22.18 e Francesco Di Marco, che nei 300 cadetti chiude in 37.94.
Tra i giovanissimi da segnalare la prova di due tra i talenti del Lungo, questa volta negli 80 cadetti. Emanuel Ilardi e Francesco Fazzese, infatti, entrambi 2005, chiudono rispettivamente secondo (9.86) e quarto 10.01). Crono incoraggianti in prospettiva a 360 gradi, dato che provano le doti atletiche di questi due talenti cussini, molto importanti per un giovane che vuole diventare un ottimo saltatore.

Nel Disco Riccardo Ferrara firma un’ottima prestazione con l’attrezzo da 2kg, 52.19 per lui, classe 2001, che al primo anno da cussini dà prova del talento che ha portato la sezione giallorossonera a volerlo con se.

Da segnalare, inoltre, il secondo posto, con 2.05, di Ernesto Pascone, nel contesto di un importante meeting nazionale. Anche in questo caso, nonostante il periodo d’assenza forzata dalle gare, i segnali sono molto positivi.

TORNA ALLA HOME Atletica